San Sebastian, Spagna

TOUR DELLA SPAGNA DEL NORD - TAPPA 4

SAN SEBASTIAN la nostra quarta tappa

Eravamo parecchio agitati perché finalmente eravamo in spagna e il viaggio era appena iniziato e noi eravamo super carichi. Arrivati a san Sebastian verso le 17:00 cera in giro parecchia gente e molto traffico e abbiamo fatto un po’ di fatica a trovare il parcheggio essendo che era già tutto pieno. Ma come sempre grazie a park4night abbiamo trovato un parcheggio abbastanza spazioso a circa 20 minuti in bicicletta dal centro (munitevi di biciclette perché saranno molto utili) qui sotto troverete tutte le info del parcheggio.

E via
Si parte per San Sebastian. Tutt’intorno si distendono cento chilometri di costa. Una sequenza di baie, borghi marinari pittoreschi e stazioni balneari.

A San Sebastian si viene accolti da una splendida baia:

la Concha

Il colpo d’occhio è spettacolare del monte Urguli e Igueldo, con l’isoletta di Santa Clara al centro, Dal porticciolo dei pescatori si entra nel Casco Viejo dalle architetture ottocentesche e per non mancare fare una Passeggiata sul boulevard che guarda il mare per avvertire un’energia cosmopolita tra locali trendy, tavole da skate e da surf, barbe hypster. Il resto della città moderna è cresciuto a metà ottocento e l’influenza transalpina si nota tutta camminando tra i paseos alberati e i ponti sull’Urumea.

Da non perdere? Funicular + panorama a pagamento (con carrozze originali del 1912)   e l’installazione Peine del Viento, il pettine del vento, che risuona tra raffiche e schiaffi delle onde. Che vi porterà in cima dove troverete dei giochi per bambini tipo un mini “Movieland Park” molto carino per il panorama

Oltre la funicolare vi consigliamo:

Il palazzo-acquario del mare di Donostia-San Sebastián Situato in una delle posizioni più pittoresche della città, il molo di San Sebastián e vicino al centro storico, con un’offerta gastronomica variegata ed estesa, a pochi minuti dal centro della città. L’acquario di San Sebastián raccoglie nel suo emblematico edificio, costruito nel 1928, due piante dedicate al patrimonio marittimo e marino di Gipuzkoa, mettendo in evidenza lo scheletro di una balena libera, oltre a una vasta gamma di acquari dedicati al Mar Cantabrico, dove è possibile contempla più di 200 specie, con il suo famoso tunnel a 360º, a cui dobbiamo aggiungere una grande varietà di specie tropicali.

LA TRADIZIONE DEL GUSTO A SAN SEBASTIAN

Tantissimi gli chef di grido che popolano i ristoranti di San Sebastian, eredità fortunata delle antiche Società Gastronomiche, ovvero circoli maschili dove i signori dovevano cucinare a turno (ancora un centinaio di Società sono attive). Più contemporanea l’invasione dei pintxos, le tapas atlantiche.

Noi vi consigliamo: RISTORANTE JUANITO KOJUA DEL 1947 DAVVERO OTTIMO.